Skip to content
13/11/2010 / Michele Aiello

La scuola di Raffaele (Donhead)

In tutto questo tempo non ho mai parlato in dettaglio della scuola dove sta andando Raffaele e di come si sta ambientando. La scuola si chiama Donhead ed è una scuola cattolica privata molto molto buona… e quindi di conseguenza…. molto molto cara! No, scherzo, in realtà il costo è assolutamente normale per una scuola privata qui a Londra ma sono numeri da capogiro per noi che siamo abituati a non pagare nulla (o quasi) per la scuola. Su parla di cifre intorno ai 9.000 pound l’anno, ovvero circa 10 mila euro.

Come avevo già scritto in un precedente post, la scuola ci aveva colpito moltissimo per i suoi ideali: creare individui che possano fare la differenza. Non nel senso di super geni o cose del genere, ma anzi, l’opposto: tirare fuori il meglio da ognuno di noi sfruttando i talenti e le proprietà di ognuno. Non sono in grado di esprimere il concetto nei termini e modi in cui l’ha fatto l’Headmaster (il preside) della scuola ma quando ci ha fatto il discorso io per poco non mi mettevo a piangere!

È una scuola abbastanza piccola, pulita, ordinata e in cui i bambini sono tutti estremamente educati e rispettosi dell’autorità. Fanno corsi molto vari che vanno dal disegno, la musica, all’insegnamento della matematica e delle lingue (Raffaele fa anche Spagnolo!) sino all’informatica.

Le maestre e gli insegnanti sono tutti giovani e molto enfasi viene messa anche sulle attività fisiche. Raffaele gioca a Calcio e Rugby oltre a fare un ora di educazione fisica e di Judo. Insomma, mens sana in corpore sano. Raffaele si trova benissimo e si sta ambientando molto in fretta. Gli altri bambini lo adorano, gli fanno le feste ogni volta che lo vedono e sono tutti pronti ad esultare ad ogni minimo progresso che Raffaele fa in Inglese. Una delle maestre mi ha raccontato che nella lezione di Canto fanno una introduzione cantata da ognuno. In pratica tutti intonano “Hello <nome>, how are you” (ovvero “Ciao <nome>, come stai?”) e a turno ognuno risponde “Very well, thank you” (“Molto bene, grazie”) il tutto cantando. La prima volta che anche Raffaele ha cantato la risposta in Inglese hanno tutti applaudito e sono subito andati ad abbracciarlo. Inoltre ogni volta che un bambino fa qualcosa di particolarmente buono riceve un Coupon (un adesivo o simili) e in alcuni casi anche un attestato ufficiale del preside. Raffaele è molto fiero dei suoi Coupon e li conta continuamente :-). È un modo molto carino di incentivare i bambini a fare del loro meglio e mi sembra che funzioni decisamente bene.

Alla fine comunque si tratta pur sempre di bambini (tutti maschi tra l’altro) e quindi quando si scatenano sono delle bestie! Raffaele si è subito ambientato anche in quello e a quanto pare nelle pause libere in cui giocano in cortile corre sempre come un pazzo inseguito dai bambini più grandi. In alcuni di questi “inseguimenti”/giochi Raffaele è caduto con conseguente chiamata al telefono, attacco cardiaco di uno o entrambi i genitori, corsa a scuola a prenderlo e sommarie cure alla maniera inglese :-). In totale si è già fatto un bel bernoccolo, tagliato un orecchio, e riportato varie lacerazioni al volto :-)… non male in 3 mesi :-).

Molto importanti sono poi le attività al contorno. Oltre ai tornei di Calcio e Rugby ci sono anche attività come i fuochi d’artificio per il Guy Fawkes Day (o Night), una celebrazione britannica che si tiene intorno al 5 di Novembre in cui si fanno dei Falò e Fuochi d’Artificio. Non ho ancora letto tutto l’articolo su Wikipedia ma in breve si celebra un fallito attentato al Rè da parte di un certo Guy Fawkes. La scuola di Raffaele ha organizzato dei fuochi per tutti i pupilli e famiglia, con tanto di barbecue all’aperto con hotdog, etc. I bambini si sono divertiti da pazzi giocando con ogni sorta di gadget luminosi e poi a guardare il falò e i fuochi.

Unica nota negativa della scuola è che si trova ad un paio di miglia da casa nostra. Questo significa che per portarlo e per andare a prenderlo ci vogliono circa 40/45 minuti e bisogna prendere due Autobus che negli orari delle scuole sono stracolmi di ragazzini. Soprattutto nei giorni in cui piove la cosa è piuttosto noiosa e quindi stiamo considerando l’idea di comprare una macchina.

Annunci

3 commenti

Lascia un commento
  1. fiorenzo / Nov 22 2010 1:16 pm

    Avevo provato a chattare dal blog perché ti dava online, ma non davi segni, avrò sbagliato qualcosa.
    Ho visto che con l’aggiornamento a froyo c’è anche googles (ma forse te lavori alla versione per iphone), non l’ho ancora usato visto che questo aggiornamento sul galaxy si è rivelato un impresa durata fino a ieri sera.
    Per Raffaele come sport ti consiglio di spingerlo sul rugby (se riuscite a superare la ritrosia italiana per questo sport e i timori di genitori ansiosi); ne ho avuto esperienza diretta con mio figlio (anche come accompagnatore della squadra da quando aveva 6 anni), è veramente fantastico a livello educativo (e sono sicuro che non sia paragonabile con nessun altro sport da questo punto di vista).
    A presto
    P.S. ma la bestia?

    • Michele Aiello / Dic 7 2010 12:26 am

      Ciao Fiorenzo scusa se ti rispondo solo ora.
      Si su Froyo c’e’ Goggles ma io lavoro alla versione iPhone. Comunque sono estremamente simili.
      Raffaele a scuola fa Rugby, Judo e calcio 🙂 Nella sua scuola gli sport sono presi molto seriamente e fanno un sacco di tornei con altre scuole. Sono d’accordo con te sul fatto che sia un ottimo sport con un favoloso livello educativo.
      A presto.

Trackbacks

  1. 2010 in review « Michele Aiello – Personal Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: