Skip to content
10/03/2012 / Michele Aiello

Daydream

In questi giorni abbiamo avuto i colloqui alla scuola di Raffaele e di Anna.

Siamo molto soddisfatti di come i bambini stanno progredendo, soprattutto considerando le difficoltà a cui li abbiamo sottoposti. In particolare Raffaele si è trovato a dover imparare una nuova lingua e allo stesso tempo a dover recuperare almeno un anno di studi visto che il sistema inglese è diverso dal nostro e prevede un inizio molto anticipato. Qui a 4 anni iniziano quella che si chiama Reception in cui già imparano a leggere e scrivere e qualcosa anche di matematica.

Una cosa che tutti continuano a ripeterci è che Raffaele è un sognatore ad occhi aperti (in Inglese Daydreamer). Ha una fantasia molto sviluppata e soprattutto se non stimolato si perde nelle sue fantasie. Questo succede soprattutto durante attività “poco interessanti” tipo vestirsi. Lo vediamo anche noi la mattina quando dovrebbe vestirsi e invece continua a fissare il soffitto e a fantasticare :-).

Non posso davvero biasimarlo! Io ero peggio di lui. Il mio soprannome ufficiale era “moviola” (grazie papà :-D) e mi perdevo per ore nelle mie fantasie anziché completare compiti anche banali (normalmente prendere qualcosa da qualche parte… il che mi portava nel qualche dove per poi perdermi li per ore senza minimamente cercare quello che dovevo prendere). Ora che ci penso bene… purtroppo credo di aver perso questa caratteristica… e non ne sono per niente contento.

Essere un sognatore avrà degli svantaggi ma ha anche molti vantaggi, specialmente se si devono effettuare attività creative. Ti aiuta a pensare fuori dagli schemi, a vagare con la mente su cose a cui normalmente non avresti pensato. Ti aiuta anche a rilassare la mente, a diminuire lo stress e a sopportare meglio le cose che non ci piacciono. Dubito che a qualcuno faccia troppo piacere vestirsi la mattina per andare a scuola/lavoro. Pero’ in qualche modo è un attività da fare e se si riesce magari a farla mentre con la mente si vaga “in a galaxy far, far away…” (di questi tempi Star Wars la fa da padrone in casa nostra!) che male c’e’? Il problema è che ti porta via un po’ di tempo in più… ma vuoi mettere il vantaggio per i ribelli che si ritrovano uno Jedi in più? 😀 Con lui a bordo l’impero non ha speranza!

Per questo motivo sono molto restio a fare qualcosa per aiutare Raffaele ad essere più concreto. Spero che rimanga un sognatore il più a lungo possibile.

Annunci

2 commenti

Lascia un commento
  1. nabi / Mar 10 2012 11:56 am

    Sono d’accordo,il mondo deficita di sognatori..da adulto imparerà a dosare correttamente concretezza e fantasia ma ora lascialo sognare 😉

  2. vera broum / Mar 10 2012 10:21 pm

    Using Google translator – well done, Raffaele, for not being always present…us, adults, can only wish for what some of the kids have plenty…imagination…if we had it enough it would have kept the everyday stress miles away…and we will be jumping into puddles again fascinated by the splash it does. I sincerely hope that Philip will teach me…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: