Skip to content
21/03/2012 / Michele Aiello

C’est la vie Paris

La destinazione più gettonata (sempre per lavoro naturalmente) del 2011 è stata (per me) Parigi. Ci ho passato parecchio tempo a causa del fatto che il mio team è molto distribuito geograficamente e sta crescendo moltissimo soprattutto nella sede di Parigi. I motivi credo siano soprattutto politici e Google ha intenzione di far diventare l’ufficio di Parigi l’hub principale per tutto il Sud Europa ed il Nord Africa. All’inaugurazione dell’ufficio c’era addirittura Sarkozy e qui di seguito allego un video riassuntivo dell’evento al quale ha partecipato naturalmente anche Eric Schmidt.

Piccola parentesi… Sarkozy mi sembra l’unico politico internazionale rispetto al quale anche il nostro Berlusca non sfigura! Chiusa parentesi 🙂

Una cosa che mi ha colpito particolarmente di Parigi, a parte la sua bellezza, i monumenti, la Senna e la Tour Eiffel, sono… i topi! Parigi è invasa dai topi! Ora capisco perché Ratatouille è ambientato a Parigi! Il mio primo incontro è stato nei giardini intorno a Notre Dame. Ho visto del movimento tra i cespugli e pensavo (come sono abituato a Londra) a degli scoiattoli; mi avvicino per guardare e vedo un paio di grossi ratti! La sera dopo è andata molto peggio. Mi sono avventurato da solo per una visita notturna della città. Alle 11 ho lasciato il resto del gruppo e mi sono diretto alla Tour Eiffel. Appena arrivato sulla strada mi si para un topone enorme che non ne vuole sapere di levarsi dalla strada. Alla fine sono stato io a cambiare strada… Sotto la torre ce n’erano almeno una decina che si inseguivano e litigavano per il cibo o per qualche altro motivo. Orrendo!

La passeggiata notturna, topi a parte, è stata meravigliosa. Nessuno dei miei colleghi ha voluto seguirmi e quindi sono stato libero di stare fuori sino alle 4:30 del mattino a fare foto e godermi la città; in parte deserta ma con ancora un certo traffico nelle zone centrali. Mi sono concentrato principalmente su tre obiettivi: Tour Eiffel, Place de la Concorde e Notre Dame, per il semplice motivo che erano a portata di “piedi” 🙂

(Seleziona una delle foto per vedere l’intero album delle foto di Parigi)

Bellezza a parte devo dire che Parigi non mi piacerebbe come città dove vivere. Troppo caotica, troppo simile a Roma. Le strade tendono ad essere molto più spaziose di quelle romane ma il modo di guidare è molto simile allo stile italiano. La Metro è efficiente ma molto deprimente. Manca della pulizia e dell’attenzione ai dettagli che TFL mette nella metro londinese. Il cibo è buono ma niente di eccezionale e il costo della vita mi sembra molto alto. Si dice che Londra sia la città più cara d’europa (se non del mondo) ma a me sembra che Parigi e Roma siano peggio di Londra in termini di costo della vità. Difficile da dimostrare: qui sono in vacanza e vado a mangiare in centro, a Londra mangio a casa (o molto più spesso in ufficio!) e vivo in periferia. Non si può fare un vero paragone. Il clima? Più freddo e più piovoso di Londra; ma comunque assolutamente sopportabile.

Una cosa meravigliosa di Parigi sono i musei. Sono tanti ed enormi! In occasione della seconda visita a Parigi mi sono preso una mezza giornata per andare al Louvre. Mamma mia! È enorme e spettacolare. Ho iniziato il tour a passo lento partendo dalla sezione egizia ma piano piano ho iniziato a rendermi veramente conto dell’enormità delle sale e ho cominciato ad “allungare” il passo. Alla fine è diventata una specie di corsa tra le sale per riuscire a coprire quanto possibile nel tempo a disposizione. Ci sono andato con una mia collega cinese ed è stato molto simpatico constatare come nozioni storiche che per noi sono scontate siano per loro del tutto sconosciute. In effetti se ci si pensa un attimo… io di storia Asiatica so veramente ben poco! e anche di quella Europea… 😀

(Seleziona una delle foto per vedere l’intero album delle foto del Louvre)

L’unica vera delusione del Louvre è stata la Mona Lisa. Un gran parlare di questo capolavoro che uno si aspetta chi sa che. Invece quando poi ci si arriva… è un quadretto piccolo… con una gran calca di gente davanti… Ho apprezzato molto di più tante altre cose :-).

Finita la gita nel Louvre eravamo così ubriachi di cultura che l’unico posto appropriato per mangiare ci è sembrato il McDonald 😛 Un bel paninozzo ignorante con patatine fritte era quello che ci voleva.

Annunci

2 commenti

Lascia un commento
  1. massca / Mar 28 2012 6:45 am

    Belle foto Mik 🙂 anche per me la Gioconda è stata un po’ una delusione.
    Sei stato al Museo d’Orsay? E’ il mio preferito.

    • Michele Aiello / Mar 28 2012 10:54 am

      No, il Museo d’Orsay è la prossima tappa ;-). Insieme a Sacre Coeur e Versailles.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: